Scommesse sulla MotoGP: utili consigli su come gestirle in modo efficace

Quando si parla di MotoGP, si fa riferimento ad una delle discipline sportive più amate e apprezzate di tutto il panorama italiano. Il fascino delle due ruote è innegabile ed è abbastanza facile anche intuirne i motivi. Semplicemente, si tratta della classe regina, in cui le emozioni nel veder sfrecciare piloti che si danno battaglia ad altissime velocità sono veramente impagabili.

È uno degli sport più belli, ma al tempo stesso più pericolosi al mondo, dal momento che, proprio per via dell’elevata velocità, qualsiasi incidente può portare ad esiti catastrofici. La “pazzia”, in un certo senso, di determinati piloti anche nel modo di condurre la moto e di affrontare tutte le difficoltà dei vari tracciati presenti all’interno del calendario che caratterizza la corsa verso il titolo mondiale.

Esattamente, come ogni altro sport professionistico, anche la MotoGP è uno di quelli più apprezzati e ci sono diverse piattaforme online che mettono a disposizione davvero ogni tipo di puntata possibile e immaginabile. Una di quelle che stanno emergendo meglio risponde certamente al nome di Campobet, che si caratterizza per mettere a disposizione un palinsesto estremamente variegato in quanto a scommesse sportive, in particolar modo sulle due ruote. Dando un’occhiata a Campo bet link si può facilmente notare come il palinsesto è estremamente importante, visto che vengono proposti oltre 50mila eventi live ogni mese. È dal 2018 che Campobet offre la possibilità di scommettere su ogni tipo di disciplina sportiva, tra cui tennis, baseball, pallavolo, tennistavolo, hockey sul ghiaccio, eSports, pallacanestro e calcio.

Tra le principali caratteristiche di Campo Bet troviamo indubbiamente un bonus di benvenuto davvero molto vantaggioso. Infatti, si tratta di un bonus del 100% sul primo versamento che è stato portato a termine sul proprio conto di gioco, fino ad una soglia massima che è pari a 100 euro. Non è certo l’unica promozione che viene messa a disposizione degli utenti, visto che troviamo anche un bonus free bet giornaliero del 100%, oltre a un bonus sport jackpot, che permette di prendere parte a una specie di torneo.

Le differenze tra le varie classi

Sono tre le classi che caratterizzano lo scenario del Motomondiale, ovvero MotoGP, Moto2 e Moto3. Nella Moto3 si affrontano piloti che guidano moto da 250cc a quattro tempi, mentre in Moto2 sfrecciano moto da 600cc a quattro tempi, con tutti i propulsori che vengono realizzati da parte di Honda. In MotoGP, invece, ci sono delle moto da 1000cc a quattro tempi, con oltre 240 cavalli. È abbastanza facile intuire il motivo per cui la MotoGP viene definita la classe regina. Infatti, in questa categoria ci sono sia le moto più potenti che i piloti più forti e talentuosi.

Come iniziare a scommettere sulle competizioni a due ruote

Esistono numerosi tipi di scommesse che riguardano la classe regina del Motomondiale ed è chiaro, come capita con tanti altri sport, che la scelta sia strettamente legata alle proprie competenze e al grado di conoscenza che si ha di questo settore.

Certo, è inevitabile che, sulla scelta finale, vada a incidere anche il rischio della puntata: più è alto e più le quote tenderanno ad aumentare. In questo caso, però, se si è al primo approccio con il mondo delle scommesse, è fondamentale evitare rischi troppo alti e sfruttare il bonus di benvenuto per aumentare la somma da dedicare alle scommesse sulla MotoGP.

Prima di capire quale possa essere la migliore tipologia di scommessa su cui puntare, è chiaro che serve anche con questa disciplina sportiva un approfondito lavoro di analisi, sia sullo storico delle gare che dei piloti che si affrontano. Spesso e volentieri, infatti, sono proprio i dettagli a fare la differenza.

Le tipologie di scommesse sulla MotoGP

Uno dei tipi di scommesse che vengono più apprezzati da parte degli utenti è denominato “Vincitore assoluto”. Puntare sul vincitore rappresentare senz’altro l’opzione più famosa e diffusa, dal momento che riguarda proprio la scommessa su chi trionferà in una determinata gara. Insomma, è la scommessa più semplice, dato che si punta solo sul pilota vincente. Su ciascun tracciato, quindi, ad ogni pilota sarà associata una quota che rappresenta la probabilità che lo stesso ha di arrivare al primo posto e battere tutti i suoi avversari.

Tra le altre scommesse di gran lunga più diffuse troviamo quelle Futures. Infatti, ogni categoria porta con sé una stagione ricca di gare, con un gran numero di eventi: con questo tipo di scommesse si va a puntare su chi vincerà il titolo mondiale. E se, come in questa stagione, ci sono tanti piloti che sono in corsa per il titolo, ecco che le quote saranno decisamente vantaggiose e anche piuttosto alte. Puntando a inizio stagione, poi, c’è sempre la pole position

Interessante anche la puntata che riguarda il podio. In poche parole, si andrà a scommettere sui primi tre piloti che si classificheranno nelle varie gare. I bookmakers che operano sul web mettono a disposizione la possibilità di scommettere sul posizionamento di un pilota. Se arriva tra i primi tre, infatti, l’esito della schedina è vincente. È interessante mettere in evidenza come non sia importante in quale esatta posizione finisca il pilota su cui si punta, a patto che rientri tra uno dei primi tre posti.

Un’altra scommessa che va per la maggiore con questa disciplina sportiva è quella che riguarda la pole position. In questo caso, si tratta di puntare sulla posizione che il pilota andrà a occupare sulla griglia di partenza e, quindi, su come andrà nel corso delle qualifiche ufficiali. Prima che si svolga la gara, infatti, per definire la griglia di partenza, ogni volta ci sono delle qualifiche ufficiali. Dopo le prove libere del venerdì e del sabato mattina, ecco che i piloti devono sfidarsi per stabilire il miglior tempo sul giro secco. Ebbene, chi sarà stato in grado di sfornare la prestazione migliore, partirà la gara dalla prima posizione.

Le qualificazioni sono molto importanti anche per un’altra ragione, ovvero semplicemente per il fatto che consentono di trarre un gran numero di indicazioni e informazioni sullo stato di forma del pilota e sul feeling con la moto su quel determinato circuito. Dati e statistiche che possono tornare utili per poi scegliere la puntata migliore per chi vincerà la gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *