Glossario

Il Glossario del Poker Online.

ALL IN
Avrete visto moltissime volte in Tv i giocatori di Poker che si sfidano dichiarando al tavolo “All-in”, ovvero che giocano tutto, senza ripensamenti di alcun genere In parole povere All in significa Puntare in una sola mano tutte i soldi rimasti e in questo caso per i giocatori rimanenti si crea un side pot. Queste sono alcune situazioni che si possono verificare nell’ All- In: se All in viene dichiarato dal Chipleader gli altri giocatori con meno soldi devono difendersi, se vincono al Chipleader verrà scalata la vincita, se perdono escono dal gioco. se All in viene dichiarato dai giocatori con poche fishes al tavolo, se vincono recuperano la somma giocata più il doppio da ogni giocatore battuto, se perdono devono alzarsi dal tavolo e escono dal gioco.

ANNA KOURNIKOVA
La mano Anna Kournikova rappresenta avere nelle Pocket Cards (le carte di proprietà di ogni singolo poker players nel Texas Hold’Em Poker) un Asso e un Kappa. E’ una delle combinazioni di poker più amata dai poker players di tutto il mondo, che sorridono sotto i baffi se hanno in mano queste due carte, visto che è una mano molto forte. Da qui le descrizione della mano Anna Kournikova, denominata anche mano Big Slick, deriva dalle iniziali della bella tennista russa Anna Kournikova A K. Come la bella giocatrice di tennis della Russia, la mano è bella da vedersi ma non vince mai se va a scontrarsi con una coppia od un full. Essendo la mano più potente del gioco del Texas HoldEm poker, è di certo obbligatorio giocare con questa mano. E anche possibile (e consigliato) bluffare ed evitare rilanci cospicui per rendere meno visibile il possesso di una mano di tale portata.

AVATAR
Nel Poker Texano è molto piacevole anche giocare nelle Poker Rooms su internet, chiamate anche virtual rooms, spesso nel linguaggio inglese e che contengono una serie di terminologie nuove. Una di queste è l’ Avatar, termine coniato con l’ avvento di Internet e che sta ad indicare un’immagine o figura rappresentante una persona. Il termine Avatar e spesso sostituito con la scritta USER oppure con il nome di Login o Guest del giocatore di poker, che dunque ha il suo codice di riconoscimento. I giocatori più furbi, per disperdere le loro tracce di gioco, hanno diversi avatars, associati a differenti account di Poker Rooms, che facilitano l’ imprevedibilità di gioco e ingannano gli altri giocatori seduti al tavolo virtuale.

BURN CARDS
Le Burn Cards, chiamate in gergo carte bruciate, sono le carte del gioco del Texas Hold’Em Poker che sono eliminate dal mazziere (croupier) prima dell’ estrazione delle carte del Flop, del Turn e del River. In totale dunque ci sono per ogni mano, tre burn cards. Per ciò che concerne il Texas HoldEm Poker online, non sempre le burn cards sono tolte dal mazzo, in quanto ciò dipende dai software di gioco che possiedono diverse caratteristiche. Non tutti i programmi di casino e di poker hanno il software con le Burn Card, ciò che conta però è sempre affidarsi ai casino online autorizzati dall Aams che nella loro legalità garantiscono il gioco regolare allo scommettitore. I software italiani di poker infatti possiedono il Codice Rng, che rappresenta il Generatore di Numeri e di combinazioni casuali, questo è importissimo per rendere possibile la stessa tipologia di gioco presente in una poker room tradizionale. Nel nostro sito trovi le poker rooms autorizzate dall Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.

BUY IN
Il Buy In altresì denominato buyin o bàin nel gergo italiano, rappresenta semplicemente la tassa d’iscrizione per poter partecipare ad un torneo ufficiale di Texas Hold’Em Poker. Il Buy In non è una tassa fissa per tutti i tornei, ma cambia in base al montepremi e al numero dei giocatori di un torneo. In parole povere, in un torneo di Texas Hold’ Em Poker che giocate nel bar o nel circolo del vostro paese, il Buy In può essere anche 5 Euro, invece nei maggiori tornei di poker internazionali può anche arrivare a 10.000 $. Nel Texas Hold’Em Poker, il Buy In rappresenta la fee di ingresso per poter competere con gli avversari, e rappresenta una scommessa su se stessi, non legata, a differenza delle scommesse sportive ad eventi non dipendenti dalle proprie capacità. Per questo il texas Hold’Em Poker, rappresenta in tutti i sensi un gioco di abilità.

CHIP LEADER
Nel gioco di Poker chiamato Texas Hold’Em Poker ha un ruolo fondamentale il Chip Leader, che non è altro che un giocatore. Il Chip Leader praticamente è colui, che a una data mano (o allo fine di un Day di gioco) ha la somma maggiore di chips in mano, dunque è il giocatore con più possibilità di vincere il gioco finale. Il Chip Leader è dunque un personaggio molto importante nell’ ambito del gioco del poker perchè rappresenta colui che si trova in una posizione di vantaggio rispetto agli avversari. Infatti in caso di all-in, egli ha la facoltà comunque di giocare perchè rimane con le chips in mano. Attenzione: nel gioco del Texas Hold’Em Poker (Poker Sportivo) le chips sono finte, il premio della gara viene suddiviso al tavolo finale.

CHOWAHA
Si tratta di una delle varianti più bizzarre del gioco del poker che si conosca nei casino on line e tradizionale. Essa risale ad una metodologia di gioco che nacque nei casino texani e in quelli vicini al confine con le zone aride del Messico. In particolare,la variante del poker denominata Chowaha, è una differenziazione del poker con community cards che si gioca sempre con limite fisso,tale gioco che non è molto apprezzato nei casino è più giocato nelle famiglie e anche tra amici. In ogni caso come detto in precedenza,date le sue origini negli stati confinanti con il Messico (New Messico,Arizona etc.) si possono trovare anche dei Casinò di frontiera che utilizzano questa metodologia di gioco tra le varietà offerte. Le regole rispetto al Texas Holdem Poker sono: -tre flop; -due turn. Il Poker Chowaha è uno dei più richiesti dai giocatori transoceanici,in europa è un gioco semisconosciuto,solo i giocatori professionisti ci giocano e nei casino on line poichè in quelli reali di tutta Europa non è ammesso. Per consiglio personale potete trovare la variante del Poker Chowaha solo nei casinò di Mosca e di Varsavia e di altre poche città dellEst Europeo,dove i soldi della malavita organizzata devono confluire nel gioco dazzardo,nelle più disparate diversità e varianti di gioco.

COMMUNITY CARDS
Nel gioco del Texas Hold’ Em Poker, come in tutti i giochi di poker in cui si sfidano molti giocatori vi sono le community cards, che in un certo senso rappresentano le carte in comune nel tavolo. Le Community Cards, dunque sono ben differenti dalle Pocket Cards, che rappresentano le carte di esclusiva proprietà del giocatore e delle quali avevamo già parlato in questo articolo, questa sopra. Un sinonimo di Community Card è sicuramente il board, che sarebbe il tavolo dove si gioca a Texas Hold’Em Poker, in questo caso inteso come le carte in comune utilizzabili da tutti i giocatori.

FREEROLL
Se siete dei giocatori non professionisti di poker avrete sentito sicuramente parlare dei tornei freeroll di poker, viceversa se siete dei giocatori occasionali e poco esperti questo articolo ti aiuterà moltissimo per comprendere il significato di torneo freeroll. Il significato di torneo freeroll è semplice e sta ad indicare una tipologia di competizione completamente gratuita per l’ utente e per il giocatore di poker. Ma come è possibile immaginare una sala da gioco che ti paga per giocare? Se ci riflettiamo bene i tornei di freeroll sono un vantaggio sia per i giocatori di poker, che per i webmaster e le case da gioco online, tutti e tre i soggetti economici hanno da guadagnare in un torneo freeroll: gli utenti hanno una possibilità di vincere soldi veri, pur non effettuando versamenti nel proprio account; le poker rooms fidelizzano l’ utente e hanno la possibilità che una percentuale di giocatori di quelli che giocano in freeroll possano comprare crediti con soldi veri; i titolari di siti web ricevono un CPA (Costo per Acquisizione) dalla casa di gioco per ogni giocatore presentato. Così spiegato la piramide dei tornei freeroll ha la sua filosofia di guadagno e questa modalità di torneo gratuito che appassiona sempre di più tutti i giocatori italiani è diventata una costante nel mondo del Poker Online. Nessun inghippo dunque e nessun inganno, giocate ai tornei di poker gratuiti, non avete nulla da perdere ma solo da guadagnare, noi adoriamo il Texas Hold’Em e molto spesso giochiamo online dei fantastici tornei freeroll che ci gratificano e che allietano le nostre serate invernali!

LATE POSITION
Nel Poker online è importantissimo scegliere come giocare in base alla posizione assunta rispettivamente al dealer, ovvero chi distribuisce le carte. In base a questo può addirittura cambiare una strategia di gioco! In particolare, nella meccanica di gioco di questa splendida variante del poker una delle posizioni più vincenti è la Late position. Il termine Late Position deriva dall’inglese e in italiano è tradotto “ultima posizione” e sta ad indicare l’ultimo giocatore a parlare. Parlare per ultimo e dunque decidere le proprie azioni, senza bisogno di attendere le decisioni degli altri è un vantaggio non da poco nel Texas Hold’Em Poker. Se a giocare sono più di 7 persone, le ultime due persone a parlare possono essere considerate Late Position. Sono considerate late position le posizioni hijack, cutoff e bottone. A volte Late Position può essere abbreviato con “LP”. Le posizioni caratterizzano sensibilmente l’andamento delle mani e l’importanza delle vostre carte. Nel Texas Hold’Em Poker esistono tre tipologie di posizioni: first position, middle position e late position, che tradotte in italiano stanno a significare “posizione d’avanguardia, posizione mediana o centrale, ultima posizione”. La Late Position è dunque l’ultima posizione: nel Texas Hold’Em Poker è avvantaggiato chi deve parlare per ultimo, quindi le vostre carte avranno un maggior valore se giocate dalla late position e con meno avversari in campo.

MUCK
E’ definito Muck, nei vari giochi di carte come il Baccarat e il Blackjack, la zona del tavolo verde dove sono posizionate tutte le carte morte (carte scartate) o non utilizzate del mazzo. Nel Texas Hold’Em Poker è definito muck il giocatore che dopo lo showdown decide di non mostrare le carte, ciò accade quando rimane solo lui a giocare. Il verbo inglese “To Muck” significa anche scartare le carte e buttarle nel mazzo delle mani morte, quando ad esempio si possiede una mano poco vincente. In un certo senso Muck è sinonimo di Burn Cards che sono le carte bruciate ovvero quelle non utilizzate prettamente nel gioco di casinò online del poker.

POCKET CARDS
La definizione di Pocket Cards è tanto semplice quanto efficace: sono infatti denominate pocket cards, le carte che ha in mano il singolo giocatore all’ inizio di ogni mano. Le pocket cards sono dunque le carte esclusive del giocatore, a differenza delle Community Cards, che sono quelle che il mazziere cala sul tavolo al momento in cui inizia il gioco comune (Flop, Turn, River). Le pocket cards sono concesse al giocatore di poker dopo che alcune carte del mazzo sono state bruciate e dunque eliminate dalla disponibilità del croupier. Abbiamo comunque visto che in alcuni casi, nei giochi online questa regola non vale, visto che cambia in base al programma di Poker Utilizzato.

REGOLA PASKIN
Tutto prende il nome da Barry Paskin, un giocatore di poker britannico che in qualche edizione recente delle World Series Of Poker nella quale partecipava come Poker Player aveva un talismano molto particolare… Praticamente Paskin indossava un suo portafortuna speciale, una maglietta ufficiale della Nazionale di Calcio dell’ Inghilterra (Rossa, stile Coppa del Mondo 1966) che non aveva mai lavato e dunque incredibilmente puzzolente, scatenando l’ ira e lo sdegno dei compagni di tavolo. Nonostante le numerose richieste dei concorrenti delle World Series Of Poker , Barry Paskin rispose che non esisteva secondo lui una regola per la quale il giocatore di poker debba non puzzare. Dal 2010 è stata creata per quasto motivo la regola paskin che deve essere rispettata dai giocatori di poker che siedono ai tavoli verdi delle World Series of Poker di Las Vegas. La “Paskin Rule” minaccia d’ irrogare delle sanzioni a quelle tipologie di giocatori “la cui igiene della persona porti disturbo ad altri giocatori” ed è inserita a tutti gli effetti all’ interno del codice di condotta dei campionati del mondo di Poker.

SHOWDOWN
Showdown è un termine inglese che sta ad indicare quando in una mano di poker, tutti i giocatori tirano giù le carte e praticamente colui il quale possiede il punto più alto vince. Lo Showdown è dunque la cosidetta resa dei conti, che determina il vincitore della mano di poker e il giocatore al quale vanno tutte le puntate scommesse. Lo Showdown nel Texas Hold’Em Poker avviene dopo che il dealer ha mostrato le community cards (Flop, Turn e River), in particolare esso si concretizza alla fine del river, dopo l’ultimo giro di puntate.

SMALL BLIND
E’ definito Small Blind (o Piccolo Buio) la somma puntata dal giocatore a sinistra del dealer (chi distribuisce le carte nel gioco del Texas Hold’Em Poker). E’ anche chiamato Small Blind o Piccolo Buio (o cechetta) in dialetto, il giocatore che siede nel giro delle carte alla sinistra del dealer. Lo small blind è il più piccolo dei bui, essendo solitamente la metà della somma scommessa dal Big Blind (Grande Buio).

Commenti chiusi